La scuola dell’autonomia e della riforma richiede, ai componenti di staff, a coloro che svolgano o intendano ricoprire funzioni di supporto o ruoli di coordinamento, adeguate competenze relazionali, pedagogiche ed organizzative. Si tratta di competenze trasversali che comprendono profili di leadership, mediazione,   negoziazione, conduzione di gruppi di lavoro.

Finalità

Il corso, articolato in otto  moduli, si propone di rispondere pienamente alle esigenze formative dei docenti delle scuole di ogni ordine e grado.

In particolare prende in esame le funzioni strategiche, attraverso una visione complessiva, a partire dall’ampio quadro normativo dell’autonomia e della riforma scolastica, al fine di promuovere una conoscenza complessiva e integrata delle principali funzioni organizzative scolastiche, nella prospettiva dello sviluppo del sistema d’istruzione e del miglioramento continuo dei processi formativi.

Durata

50 Ore – DUE  UNITA’ FORMATIVE

Obiettivi

Il corso si propone di rendere più solide le competenze dei partecipanti, delineando i nuovi fondamentali compiti, le responsabilità, gli ambiti di sviluppo della funzione docente, con particolare riguardo alle fonti di riferimento e alle innovazioni introdotte  dall’autonomia scolastica e con la legge n. 107/2015.  I moduli esaminano le diverse aree disciplinari che forniscono dal punto di vista scientifico opportuni riferimenti per operare ed esprimere le possibili forme di leardership e di management.

Contenuti

  1. l’autonomia scolastica e gli ambiti applicativi (legge 59/1997)
  2. la legge di riforma del sistema di istruzione (legge 107/2015)
  3. le specificità ordinamentali
  4. significato e funzioni della “PROGETTAZIONE”
  5. fasi, organi e competenze per la realizzazione del P. T.O.F.
  6. organizzazione e strumenti di attuazione del P.T.O.F.
  7. ordinamenti e curricolo delle scuole dei diversi ordini e gradi
  8. le nuove applicazioni della didattica innovativa
  9. processi e strumenti di valutazione
  10. l’organizzazione: significato e funzioni
  11. le strutture organizzative 
  12. le organizzazioni complesse
  13. stili di leadership  
  14. management delle relazioni interne
  15. i nuovi poteri di gestione previsti dalla “buona Scuola”
  16. l’azione di indirizzo nella riforma “la buona  Scuola” 
  17. la  direttiva
  18. la  delega
  19. tendenze internazionali e contesto europeo

 

Destinatari

Il corso, per le tematiche oggetto di approfondimento, trasversali e interdisciplinari, coinvolgeranno docenti di ogni ordine e grado del territorio regionale.

Ø  Partecipanti TOTALI 40
 10 Docenti scuola dell’infanzia
10 Docenti scuola primaria
10 Docenti scuola secondaria di 1° grado
10 Docenti scuola secondaria di II grado

Metodologie

Gli incontri si svolgeranno in modalità utili a favorire la partecipazione e la condivisione tra i partecipanti. La formazione sui contenuti sopra indicati sarà svolta con brevi momenti a carattere seminariale e adeguati tempi di confronto e discussione.

Sono previsti lavori in piccoli gruppi nel corso dell’intero percorso di formazione che conducano i partecipanti alla costruzione di un linguaggio condiviso.

Saranno utilizzate schede operative, esemplificazioni e modelli di riferimento, schede autoriflessive ed esercitazioni di gruppo. Una parte del lavoro sarà svolta a distanza.

 

Nel corso di 10 moduli formativi saranno trattate le seguenti tematiche:

1° MODULO

  L’Autonomia scolastica

  • I profili di autonomia scolastica
  • La Legge n. 107/2015:  l’impianto, le innovazioni, le deleghe
  • Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa

2° MODULO

Ordinamenti scolastici

  • Scuola dell’infanzia – primo ciclo – secondo ciclo
  • Percorsi di Istruzione e Formazione professionale (IeFP)
  • Istruzione e Formazione tecnica superiore (ITS)
  • L’alternanza scuola-lavoro
  • L’istruzione non statale: le scuole paritarie e non paritarie

Scuola in ospedale e istruzione domiciliare

3° MODULO

  • Il PTOF e la governance della scuola
  • Ruoli e funzioni nella scuola secondo la Legge n. 107/2015
  • Reti di scuole (ambiti territoriali, scuole capofila, reti di scopo)
  • L’assetto organizzativo dell’amministrazione scolastica centrale e periferica
  • Gli Organi Collegiali

4° MODULO

  • Epistemologia della didattica
  • Progettazione, programmazione, pianificazione
  • Le didattiche innovative
  • Le nuove tecnologie

5° MODULO

  • Valutazione degli apprendimenti
  • La valutazione autentica
  • Merito ed eccellenze
  • Esami di Stato

6° MODULO

  • La Mission e la Vision dell’istituzione scolastica
  • I modelli di leadership, la leadership trasformazionale
  • Management pubblico 
  • Le relazioni sindacali e l’attività contrattuale

7° MODULO

  • Gli atti di gestione
  • Gli strumenti organizzativi
  • L’atto di indirizzo
  • Ambiti di delega e responsabilità

8° MODULO

  • La nascita dell’integrazione europea
  • Istituzioni e Organi dell’Unione Europea
  • Politiche e programmi europei in materia di istruzione
  • La partecipazione delle scuole ai programmi europei
  • I sistemi formativi e gli ordinamenti degli studi in Europa
  • Modelli a confronto

 

 

Azioni di monitoraggio

Il progetto sarà monitorato in tutte le fasi di sviluppo, soprattutto considerando le esigenze degli utenti e l’esperienza di ciascuno. Quest’ultima costituirà un elemento utile non solo per il bilancio delle competenze individuali ma per la riflessione collettiva e per l’adozione di strategie operative efficaci.

Saranno utilizzati test di rinforzo dell’apprendimento (adozione di questionari, simulazioni d’aula per accertare la ricaduta del processo dal punto di vista degli esiti e dell’efficacia delle scelte metodologiche).

Verifiche finali

Test a risposta multipla.

Il test sarà costituito da 100  items del valore di punti 1 ciascuno per un totale di 10/10. Il corso si intende superato al punteggio di 70/100. 

 

Mappatura delle competenze

– Conoscere gli ambiti operativi della funzione docente, le possibilità di sviluppo e le connesse forme di responsabilità

– Acquisire conoscenze approfondite sugli ambiti della progettazione scolastica, sulle modalità organizzative e sugli ambiti operativi delle diverse professionalità coinvolte

– Identificare i diversi stili di leadership

– Saper distinguere gli strumenti di gestione, connotandoli dal punto di vista sia operativo sia organizzativo

– Saper individuare le modalità organizzative più opportune per realizzare attività condivise

– Comparare esperienze e organizzazioni presenti nel sistema d’istruzione comunitario